Strategie per portare traffico al tuo e-commerce (e aumentare la conversione) dai social network

10/23/2019 - Beatriz Rojo

Parlare dell’importanza dei social media per l’e-commerce sembra non  essere più necessario. Siamo tutti consapevoli della rilevanza che questo canale ha nella strategia di un negozio ma, ciò che non è sempre chiaro, è quale strategia può portare il traffico dai social network al tuo negozio online. La tua strategia ce l’ha fatta?

Che il tuo e-commerce sia presente su tutti i social network, non è sinonimo di successo. Anche se pensi di avere molta visibilità, o anche molti Mi piace, il tuo obiettivo deve essere sempre quello di portare traffico dal social network al tuo negozio e, quello di ottenere conversioni.

Tuttavia non è più cosí facile. Soprattutto, dopo lo studio appena pubblicato dalla società di commercio digitale Sumo Heavy, che afferma che solo il 18% dei consumatori americani ha effettuato un acquisto tramite i social network. Il social-commerce ha ancora molto da migliorare: gli utenti sono preoccupati per cose come la sicurezza e la privacy di questi “pulsanti di acquisto”.

Abbiamo parlato con Jordi Ordóñez che ci ha fornito i fattori da tenere in considerazione:

Nuove strategie per portare traffico al tuo e-commerce dai social network

1 – Scegli bene le tue reti e il tuo Community Manager

La prima raccomandazione è di base, ma segnerà lo sviluppo di tutto ciò che farai in seguito. Potrebbe non sembrare tanto impegnativo e potresti essere in grado di gestire diversi profili, ma la realtà è che la gestione efficiente ed efficace di ciascuno di essi richiede più tempo di quanto tu possa stimare all’inizio.

Pensa molto bene alla natura della tua attività. La segmentazione del tuo pubblico e il tuo modello aziendale contrassegnano le reti più appropriate. Sicuramente, se il tuo approccio è B2B, Instagram o Pinterest non sono rilevanti come Twitter e Linkedin; ma sarà il contrario se il tuo e-commerce vende prodotti molto visivi come la moda o del settore dell’arredamento e della casa. 

D’altra parte, non importa se la presenza nei social media la gestirai tu o qualcun altro, quello che devi avere chiaro è che quella persona ha in mano l’immagine del tuo marchioChiarisci, e definisci regole chiare sul tono, sul contenuto e sul modo di interagire con gli utenti, e persino un piano salvagente per risolvere un potenziale problema. Più tutto è suddiviso per tema, più semplice sarà la gestione. 

2 – Pianifica contenuto e azioni

Il contenuto è il più grande alleato nella tua strategia per portare il traffico dai social network al tuo e-commerce. Dobbiamo considerare il marketing dei contenuti come strategia globale, coordinata e con uno scopo, non come una pubblicazione casuale di aggiornamenti.

Vorrei anche sottolineare che la strategia dei contenuti è più che “avere un blog”. Ovviamente, il blog è un elemento chiave e favorisce la cattura del traffico, che si ottiene grazie a:

  • Posizionamento organico: i post pubblicati diventano pagine di ingresso dal momento che generano link che  indirizzano gli utenti dai motori di ricerca alla web.
  • Traffico di riferimento: quando diamo valore aggiunto all’utente, altre pagine e blog ci citano e ci collegano a potenziali fonti di traffico.
  • Sociale: stiamo fornendo ai nostri followers una serie di risorse rilevanti, divertenti, informative o di servizio. Questo è molto più attraente della Home del negozio o di inserire una categoria quando si tratta di muoversi nelle reti.

 

È importante coordinare le azioni: un calendario editoriale di 12 mesi per visualizzare tutti gli eventi importanti a livello aziendale (per stagionalità o perché sono importanti per gli utenti che costituiscono la segmentazione della tua nicchia di mercato) ti faciliterà notevolmente in tale compito. 

In base a tale pianificazione, definisci quando pubblichi e quali contenuti lancerai. Questo, come abbiamo detto, non riguarda solo i blog. Il calendario dovrebbe raccogliere a grandi linee le azioni concrete e la strategia di pubblicazione in ogni social network.

3 – Sii coerente

Seriamente, se pensi di non essere in grado di dedicare il tempo e le risorse necessarie a questa strategia, forse è meglio che non lo fai. Le reti richiedono costanza nella pubblicazione. Non serve a niente un tweet al mese o una foto su Instagram ogni due mesi. Per ottenere l’interazione è essenziale che tu sia presente e che l’utente si abitui a vederti regolarmente.

Lo stesso studio sopra citato, mostra che il 48% dei consumatori ha acquistato prodotti o servizi che hanno scoperto attraverso i social media e che, al 58%, i social influenzano la loro decisione di acquistare anche se non hanno letto l’articolo attraverso di essi.

E sì, è importante essere costanti, ma con una periodicità logica. Gli utenti odiano lo spam; quindi si stancheranno molto velocemente di qualcuno che satura la loro cronologia. Adattati ai tempi di ciascuna rete. Tre post giornalieri su Twitter (distanziati) sono più che ragionevoli, ma su Linkedin o Facebook sono eccessivi.

4 – Sii multimediale

È più che dimostrato che gli utenti reagiscono molto meglio a livello di coinvolgimento quando gli aggiornamenti contengono immagini e video. Devi solo pensare a te stesso come utente e ti renderai conto che quando scorri la tua cronologia ti soffermi prima su un post con una foto o un video. 

La cosa buona è che non è necessario essere un designer in azienda o che ti dedichi professionalmente a questo. Hai strumenti come i Canvas che lo rendono molto facile grazie ai loro modelli personalizzabili.

5 – Pubblicazioni ‘shoppable’

Facebook ti ha permesso di aggiungere una scheda ‘store’ nel profilo e, oltre al caricamento di prodotti, puoi collegarla direttamente al tuo e-commerce se usi piattaforme come Shopify, Magento, BigCommerce e WooCommerce.

Ma la novità del social commerce è Instagram, che ti consente di etichettare i prodotti in pubblicazioni organiche per comprarli in un paio di click, un post o una storia. La tua vetrina sociale non dovrebbe servire solo a ispirare e attirare gli utenti nel tuo negozio, ma dovrebbe anche consentire loro di esplorare i tuoi prodotti. È un’esperienza molto più coinvolgente di qualsiasi altro tipo di pubblicità.

Come affermato dalla domanda stessa, “attraverso l’etichettatura dei prodotti e la scheda del negozio nel profilo, è più facile non solo scoprire prodotti, ma comprarli. Per le aziende, etichettare un prodotto è semplice come etichettare una persona e, per gli acquirenti, i tag consentono un facile accesso alle informazioni. “

6 – Adegua il tono dei tuoi messaggi

Fallo seguendo i codici delle reti in cui pubblichi senza perdere la tua linea editoriale, perché è questo che segnerà la tua personalità. L’approccio al tuo pubblico dovrebbe essere quello determinato strategicamente in modo aziendale. Non ha molto senso approcciarsi ad una rete in modo formale, mantenendo la distanza, e approcciarsi a un’altra in modo informale.

Usa le caratteristiche di ogni rete. Ad esempio, le semplici storie di Instagram o Snapchat per comunicare cose specifiche e con una scadenza immediata; oppure gioca con hashtag alternando quelli che sono popolari per il tuo pubblico usando le etichette appropriate. I primi ti aiutano a espandere la portata delle tue pubblicazioni e i secondi ti permettono di lasciare un segno e di inserire tutti gli aggiornamenti sotto la stessa etichetta.

7  – Incoraggia la condivisione

Più che incoraggiare, intendo dire incentivare. Molte volte è sufficiente posizionare visibilmente i pulsanti e i meccanismi per la condivisione – attenzione al cellulare: c’è sempre più traffico su questi dispositivi e non sempre questo metodo funziona bene.

Come ho detto, devi dare i mezzi all’utente per condividere, non solo nei post del blog, ma anche sui propri prodotti che possono essere molto attraenti e generare visite. Un’altra tattica interessante è quella di condividere l’acquisto una volta effettuato, se c’è un momento in cui l’utente è soddisfatto, è proprio quando ha appena comprato, ed è molto ricettivo a dirlo ai suoi contatti.

8 – Sondaggi, concorsi e meccanica promozionale

Questa storia è vecchia come il marketing, ma è ancora di straordinaria validità. Se c’è qualcosa che continua ad attrarre utenti, queste sono una gara e l’aspettativa di vincere qualcosa. La chiave è il tipo di condizione che hai impostato per parteciparvi.

Ciò che consiglierei è di non complicare troppo le cose, perché se chiedi agli utenti di seguirti, di condividere con hashtag, una foto con il prodotto acquistato, di taggare 10 amici o di iscriversi alla newsletter … abbandoneranno al secondo passo.

Anche i sondaggi sono piuttosto interessanti in termini di coinvolgimento, ed è molto allettante parteciparvi. Se facciamo scegliere all’utente di valutare due prodotti che abbiamo nel nostro negozio (e inseriamo i loro link corrispondenti) possiamo concentrare traffico.

9 – Fai Pubblicità

Gli algoritmi stanno devastando il traffico organico. Twitter può essere un po’ caotico e Facebook merita quasi una menzione a parte. Devi presumere che vogliono far cassa a spese delle aziende, quindi se vuoi che il tuo evento o la tua pubblicazione abbiano ripercussioni sufficienti sotto forma di traffico per il tuo e-commerce, sarai spesso costretto a pagare.

Detto questo, le piattaforme offrono molte possibilità di segmentazione e non è necessario un investimento proibitivo, sebbene ogni volta i costi per clic aumentino leggermente. Questo è importante: se scegli di fare una campagna assicurati di scegliere come obiettivo la conversione sul web o di generare traffico verso il tuo negozio online, dopo quanto detto finora, non è troppo redditizio investire nella creazione di una comunità se la stessa non ti darà sufficiente visibilità.

Ricevi i nostri consigli per e-mail!

Contattaci

Se hai una domanda, vuoi una dimostrazione del nostro prodotto o hai bisogno di una soluzione personalizzata, siamo qui per aiutarti!

Scrivi le lettere che appaiono nell'immagine:

captcha

Per eventuali domande, inviare un'email a contact@oct8ne.com

Riceverai un'email con un link per scaricare questo "E-book"

Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio)

Per favore, compila tutti i campi.

Grazie!

C'è stato un problema, riprova piú tardi.

Riceverai un'email con un link per scaricare questo "E-book"

Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio)

Per favore, compila tutti i campi.

Grazie!

C'è stato un problema, riprova piú tardi.

Riceverai un'email con un link per scaricare questo "E-book"

Nome (obbligatorio)

Email (obbligatorio)

Per favore, compila tutti i campi.

Grazie!

C'è stato un problema, riprova piú tardi.